Scarica QUI la nuova brochure di tutte le attività 2019-2020!!

 

Amicizia al femminile

AMICIZIA AL FEMMINILE...
Il lato oscuro e il lato luminoso

Sono una convinta sostenitrice del grande potere che le donne hanno in campo relazionale affettivo, una marcia in più in quanto sensibili, intuitive, materne, profonde conoscitrici della propria anima e delle proprie grandi risorse. In età adulta chi ha contattato queste parti luminose di sé...si trova circondata di amiche storiche e nuove, con cui condividere emozioni, viaggi, momenti duri, divertimento...a volte con uno spessore migliore di quanto gli uomini sanno fare.
Ma per arrivare alla luce bisogna conoscere il buio...a volte la propria e spesso l'altrui parte oscura.

La gelosia:
In età adolescenziale le ragazze ritrovano nell'amica del cuore l'immagine idealizzata della donna, ma anche la comprensione ...l'empatia. Si tende ad avere un amicizia-fusionale in adolescenza ma molte donne coltivano questa modalità anche in seguito, nell'età più adulta.Si tende a possedere l'amica del cuore/oggetto d'amore ad aver paura di perderla.

L'insicurezza personale  porta a stati di dipendenza affettiva presenti in amicizia come nell’amore. Pensiamo di  non poter vivere senza la propria amica, se si allontana per un avvicinarsi ad un'altra o ad un uomo, stati di angoscia possono portare a comportamenti aggressivi o punitivi.

Queste donne che si trovano a subire questi comportamenti ....in realtà li hanno anche provocati….in amicizia e in amore il gioco è sempre a due, c’è sempre una nostra parte di responsabilità in ogni dinamica relazionale. Nessuno è completamente innocente, nessuno completamente colpevole.

Le amiche che soffrono con più capacità “adulta” in un conflitto di gelosia, invidia, ricatto emotivo, tradimento… non possono far altro che cercare di riconoscere la propria “parte bambina”, esprimere i propri dolori e delusioni per poter accedere ad un dialogo di reciprocità di confronto e cercare di “sanare” e rientrare nel buono, magari maturando ad una relazione di amicizia migliore di quella precedente.

Le nostre parti “poco nobili” e quindi “oscure” sono sempre legate ad un grande bisogno di amore e ad una fragilità emotiva che quando sfugge alla consapevolezza provoca vari danni. Questa è una caratteristica universale, chi più chi meno la vive e manifesta.
A volte le ferite subite sono difficili da curare, in questi casi la via del non ritorno porta anche con se un esperienza che ci struttura e ci corazza, la maturità spesso è anche vivere un distacco totale o parziale, lasciar andare e trasformare. Niente può essere più come prima, ma è un esperienza che mi ha fatto crescere!

Due consigli  pratici per chi sente di voler salvare l'amicizia, evitando il conflitto e comunque non subire il comportamento dell'amica.

1) certamente non assecondare i  capricci dell'amica possessiva, quindi continuare a vedere altre amicizie di cui lei è gelosa, non nascondere le proprie qualità..o benefici in caso di invidia. Perché non c'è amicizia che può fondarsi sull'annullamento e la Co-dipendenza dall'altra, come in amore.

2) comunicare in modo trasparente il proprio vissuto di disagio e di malessere, senza avere atteggiamenti giudicanti, tipo: " tu sei gelosa o invidiosa e non va bene!"....i giudizi di valore producono muri difensivi e non si va da nessuna parte.
Molto meglio : " mi sento dispiaciuta in alcuni momenti...ti vedo diversa e a disagio quando parlo di "x" o quando c'è "y" , ...." cosa succede o cosa possiamo fare? " ......una modalità magica è " quando tu fai...quando tu dici...io mi sento".
L'amica fragile viene spinta a parlare del suo vissuto senza agito.
Ogni fallimento di una relazione è il fallimento di una comunicazione.  Miglioriamola!

 

Viviana Morelli

Copyright © 2022 Viviana Morelli. All Rights Reserved. Developed by Matteo Matteucci